ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΑ ΜΕΛΗ 2021-2022
.
ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΟΙ ΦΙΛΑΘΛΟΙ 2021-2022
.
Ai particolari…

Alla sfida tra le capoliste della terza giornata dell’Eurocup, la squadra di pallacanestro dell’Olympiakos è stata sconfitta col punteggio di 72-78 contro il Riga nel campo DEAK di Glyfada. Le “biancorosse” che contano 2 vittorie in tre partite, hanno mantenuto il controllo ed il vantaggio nella prima metà, nella ripresa però hanno pagato la scarsa precisione al tiro ed il fatto che il Riga ha trovato il tiro dalla lunga distanza (11/23 tiri da tre) mentre allo stesso tempo gli arbitri hanno tollerato il gioco duro della squadra lettone.Nonostante ciò, l’Olympiakos ha la possibilità di ribaltare la situazione nell’ avanzare del girone e di colmare il divario dopo la sconfitta odierna nella battaglia per il primo posto .

Equilibrio nel primo tempo con vantaggio “rossonero”

L’Olympiakos e’  stato in vantaggio nei primi cinque minuti della partita (8-5) ma in seguito il Riga ha sorpassato con 10-13. Con 4 punti consecutivi della Anderson, l’Olympiakos si è riavvicinato (12-13) ed ha superato  14-13, con la stessa giocatrice che ha pareggiato  16-16. La giocatrice Victoria McOlly ha ridato il vantaggio all’Olympiakos conseguendo il 18-16 con la prima frazione che si chiude sul 18-17. All’avvio del secondo  quarto, le “biancorosse” si trovavano in svantaggio di 2 (18-20) ma con dei canestri della Anderson prima e canestro e fallo della Sotiriou poi, sono riuscite a riconquistare il vantaggio (24-20). Il riga con un tiro da tre si è riavvicinato, l’Olympiakos allungava sul 28-23 ma la squadra ospite con canestri consecutivei si riportava in avanti   col punteggio di 29-32 a 3:59 alla fine del primo tempo.   Con un canestro della Hatzinikolaou le “biancorosse” si avvicinavano sul 31-32. Dopo il 31-34 a favore del Riga, arrivava il 6-0 “biancorosso” il quale ridava il vantaggio all’Olympiakos.La Sotiriou segna per il 33-34 e la Anderson va a bersaglio per il 35-34 (2:10) mentre la Kaltsidou impatta per il 37-34. La stessa giocatrice, con due tiri liberi segnati porta  il 39-34 (56’’),  aumentando la striscia positiva dell’Olympiakos sul 8-0. Le ospiti rispondono con un  39-38,  punteggio col quale si chiude il primo tempo.

Terzo quarto in svantaggio

All’avvio del terzo quarto, la squadra ospite segna  dalla lunga distanza andando in vantaggio 47-56 (4:50). Il blackout “biancorosso” ha dato l’opportunità al Riga di arrivare al 48-59 con l’Olympiakos che riduceva le distanze (52-59) ad  un minuto  dalla fine del quarto. Il Riga aumentava di nuovo il vantaggio,  però l’Olympiakos reagisce e con un tiro da tre della Anderson allo scadere si portava sul 57-61.

Ai particolari…

Nei primi cinque minuti dell’ultima frazione di gioco il Riga manteneva il vantaggio con l’Olympiakos che dava inizio alle  tentative di rimonta. Dal 59-66 e con una striscia che si concludeva con un tiro a segno da parte della Kaltsidou, l’Olympiakos si riavvicinava sul 63-66 a 4:40 dalla fine. La difesa fa il suo lavoro e la Mazic con un rimbalzo in attacco rinnova il possesso per l’Olympiakos. La stessa giocatrice subisce un fallo antisportivo allo scadere dell’azione ma sbaglia entrambi i liberi.Segue un tiro libero a bersaglio da parte della Kaltsidou per il 64-66 a circa tre minuti dalla fine . Di seguito il Riga  con un 4-0 dalla lunetta  allunga sul 64-70 (2:30). Yvonne Anderson con una tripla riduce lo svantaggio sul 67-70 (2:00) ma il Riga va a bersaglio da dentro l’area per il 67-72. La squadra ospite allunga sul 67-74 ma con un tiro da tre della Sotiriou (70-74) e canestro da due della McOlly a 24 secondi dallo scadere, l’Olympiakos riduce le distanze sul 72-74. Due tiri liberi a segno della Stewart per il 72-76 e il tiro da tre della Anderson  che non va a buon fine, concludono la partita sul 72-78.

I quarti: 18-17, 39-38, 57-61, 72-78

Statistica: 

Olympiacos (Eleni Kapogianni): Mazic 3, Stamati, Chatzinikolaou 9 (5 as.), Nikolopoulou, Sotiriou 12 (1 3p), Anderson 21 (2 3p), Macaulay 15, Spyridopoulou, Kaltsidou 12

TTT Riga (Martins Zibarts): Peddy 9, Eibele 5, Basko-Melnbarde 18, Veidere 2, Stewart 10, Krastina 22, Malott 8, Kreslina, Eglite 4

Interviste

L’allenatrice dell’Olympiakos Eleni Kapogianni nel dopopartita, ha rilasciato un’intervista al sito osfp.gr: “Purtroppo abbiamo perso la sfida. In attacco non siamo andate male considerando che abbiamo segnato 72 punti.Eravamo a conoscenza che il Riga ha una buona squadra con giocatrici che tirano tutte. Nella difesa individuale, dobbiamo imparare a non sottovalutare nessun avversario. Tutte le squadre sono forti a questo livello. Adesso è arrivata la sconfitta e dobbiamo correggere I nostril errori.Abbiamo ancora tante sfide da affrontare”

Il direttore tecnico dell’Olympiakos Kostas Missas ha dichiatato al sito osfp.gr: “Penso che oggi abbiamo avuto problemi  in difesa e nello specifico  sulla Crestina che si è trovata da sola tante volte. Ha preso tanti tiri e non doveva rimanere libera. D’altro canto, I rimbalzi in attacco sono stati quelli che hanno pesato sul risultato finale. Per quanto riguarda la difesa, posso dire che mentre eravamo concentrati sulla difesa collettiva, il grosso problema è stato quella  individuale. Ed è indiscutibile e certo che ci sono cosec he vanno corrette sia in difesa che in attacco. In attacco siamo consapevoli del fatto che abbiamo delle buone soluzioni ma quando la partita diventa dura, a quel punto bisogna avere la concentrazione giusta  e la consapevolezza dei punti deboli della squadra avversaria”.

Anderson ha dichiatato al sito osfp.gr: “Abbiamo affrontato una buonissima squadra che possiede tante giocatrici brave in tanti aspetti del gioco. Nelle realizzazioni, a rimbalzo, e in difesa.Dobbiamo dimenticare la partita odierna e pensare alla prossima avendo come obiettivo quello  di reagire e ritornare a vincere.