ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΑ ΜΕΛΗ 2019-2020
.
ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΟΙ ΦΙΛΑΘΛΟΙ 2019-2020
.
L’Olympiakos ai sedicesimi dell’Eurocup

 

Con la difesa come arma migliore ed un primo tempo esemplare, l’Olympiakos riesce a sopraffare la resistenza del Sepsi col punteggio di 67-56, ha superato la differenza dei quattro punti con la quale era stato sconfitto al palazzetto Sfandu Georghe e si è qualificato alla fase successiva dell’ Eurocup.

Le “biancorosse” hanno imposto il loro ritmo dall’ inizio, non si sono fatte prendere dal panico quando la squadra avversaria si è avvicinata al punteggio e sono passate alle “16” migliori squadre della competizione. Lì, le aspetta il Girona, con la prima sfida che si giocherà al DAK di Glyfada il 4 Gennaio e la partita di ritorno in Spagna l’undici dello stesso mese.

Miglior marcatrice per l’Olympiakos è stata Evina Maltsi con 17 punti, seguita da Victoria Macaulay con 16 punti.

Come doveva essere al primo quarto

L’Olympiakos ha iniziato la partita contro il Sepsi avendo sul parquet le Hatzinikolaou, Anderson, Kaltsidou, Macauley e Mazic.Un canestro e fallo della Kaltsidou segnano  il 3-0 ma la squadra Rumena, realizza una striscia positiva di 7-0 per il 3-7. Il canestro da tre punti segnato dalla Hatzinikolaou e la pentrazione della Kaltsidou hanno portato il punteggio sul 8-7, con la guardia dell’Olympiakos che completa il suo 7-0 per il 10-7.Le “biancorosse” trovano punti dalla Macaulay (12-9) e dalla Hatzinikolaou (14-9), mentre la Macaulay dai 6,75m va a bersaglio per il 17-9. Le due squadre si avviano verso le loro panchine al termine del primo quarto col tabellone luminoso del DAK di Glyfada che segnala 17-12.

Con dedizione in difesa

La Macauley dalla lunetta realizza il 19-12 e la Maltsi con una tripla,  dà all’Olympiakos un vantaggio di 10 punti (22-12). L’Olympiakos concretizza un’ulteriore striscia positiva, col suo 8-0 che viene interrotto dalla Kress per il 25-14. Le “biancorosse” con dedizione in difesa, non hanno dato scampo alla squadra dello Sepsi. Nonostante il 27-16 realizzato dalla Marshall, l’Olympiakos ha continuato imperterrito ad attaccare, essendo impeccabile in difesa e mantenendo il passivo a zero per 4 minuti e 14 secondi. La Kaltsidou con due tiri liberi segnati (29-16), un tiro da due a bersaglio della Macauley e due triple consecutive della Maltsi, hanno chiuso il primo tempo e va negli spogliatoi , in vantaggio con un punteggio di 37-16, la squadra imbattuta in Grecia, campionessa in carica nonche’ detentrice della coppa greca. 

La differenza punti rimane alta

La terza frazione di gioco è iniziata com’ è finita la prima. L’Olympiakos con i tiri liberi di Macauley e Kaltsidou ed una penetrazione della Maltsi si porta sul 43-18. Il Sepsi va a segno con la Marshall per il 45-20, ma la Mazic con un tiro da tre punti, manda la differenza per la prima volta ai 28 punti (48-20). La squadra dalla Romania ha reagito e con un 8-0 ha reso momentaneamente percettibile la sua presenza al DAK di Glyfada, ma la Maltsi va di nuovo a segno dalla lunga distanza per il 51-28. La squadra ospite riduce la differenza punti e con la Marshall riesce a portare la differenza punti sotto i 20 (55-36), con la gara che si avvia alla fine del terzo quarto sul 55-38. 

Ha mantenuto la calma e si è qualificato

Teso nei primi minuti dell’ultima frazione di gioco l’Olympiakos, col Sepsi che riesce ad avvicinarsi sul 57-42 con la Parau. La Sotiriou dalla lunetta realizza  il 59-42 ma la Dzankic ha diminuito ulteriormente la differenza punti (59-45) con 4:35 ancora da giocare . La differenza è rimasta sugli stessi livelli, con l’Olympiakos che non riesce a concretizzare in attacco segnando solamente sei punti in sette minuti di gioco.

Situazione della quale il Sepsi ha tratto vantaggio mandando la differenza sotto i dieci punti (61-52) ma l’Olympiakos reagisce con la Hatzinikolaou e rimette le cose apposto  e la differenza va al +12 (64-52).

Lo sforzo dell’avversario dell’Olympiakos a rientrare in gara, non ha avuto successo e le “biancorosse” si sono qualificate ai sedicesimi dell’Eurocup, dove le aspetta il Girona.

I quarti: 17-12, 37-16, 55-38, 67-56

Statistica: 

Olympiacos (Missas): Mazic 3 (1), Stamati, Chatzinikolaou 12 (1/1 3p., 3 reb., 5 as.), Maltsi 17 (4/7 3p.), Nikolopoulou, Sotiriou 6 (7 reb., 1 st.), Anderson (5 reb.), Macaulay 16 (1/1 3p, 9 reb.), Spyridopoulou 2, Kaltsidou11 (3 reb., 2 as.).

ASC Sepsi (Mikes): Webb 11 (2), Fontaine 1, Kilin, Hamilton-Carter 3, Dzankic 8 (2), Kress 9, Marshal 15, Parau 9, Stoenescu, Hutanu.

Interviste

Kostas Missas: “È stata una grande vittoria.Penso che al primo tempo abbiamo fatto un buon lavoro, soprattutto in difesa, ed abbiamo giocato seguendo il nostro piano di gioco sulla Marshall, la Webb, la Kress e la Parau, giocatrici che possono cambiare gli equilibri del gioco.Nel secondo tempo ci siamo rilassati senza motivo e non bisogna avere questo tipo di comportamento.È sbagliato ed abbiamo commesso brutti errori senza un’apparente motivo.In questo tipo di situazione, bisogna giocare col tempo ed il punteggio in base alle proprie statistiche. Se si può andare in contropiede, non bisogna fermarsi ed abbassare il ritmo. Quando si gioca “5 contro 5”, bisogna sapere cosa c’è da fare.Ritengo che la nostra difesa ha fatto la differenza quando abbiamo sbagliato sul fronte offensivo, conquistando così il risultato che ci ha portati alla fase successiva. Adesso penso che le partite saranno più difficili e ci auguriamo di giocare bene contro una squadra ugualmente forte.

Adesso abbiamo un pò di giorni per calmarci, anche se sabato abbiamo la partita per la coppa di Grecia. Dobbiamo mantenere la concentrazione per 40 minuti, come abbiamo fatto nel primo tempo questoggi. Dobbiamo avere pazienza a eseguireil piano in attacco”.

Evina Maltsi: “Siamo molto contenti per il risultato ottenuto ed del lavoro svolto. Facciamo gruppo e si è visto, ed abbiamo giocato di squadra fino alla fine.Siamo molto soddisfatti per il passaggio alla fase successiva ed inoltre vorrei congratularmi con la squadra dello Sepsi per l’impegno”.