ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΑ ΜΕΛΗ 2020-2021
.
ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΟΙ ΦΙΛΑΘΛΟΙ 2020-2021
.
In vantaggio per la qualificazione agli ottavi della Challenge Cup!

Il vantaggio per la qualificazione alle otto squadre migliori del Challenge Cup si procura l’Olympiakos il quale si impone facilmente con tre set a zero (25-22, 25-15, 25-8) sul Lokomotiv Baku nel palazzetto “M. Merkouri” di Rentis.L’Olympiakos, realizzando una prestazione eccellente, festeggia la vittoria alla prima gara della fase dei sedicesimi di finale contro il Lokomotiv Baku e alla sfida di ritorno che si disputerà in Azerbaijan (01/02), vuole difendere questo vantaggio (due set sono sufficenti) in modo da poter conquistare un ulteriore qualificazione importante dopo quelle precedenti contro Inegol e Tours. Migliori marcatori per l’Olympiakos i Mikko Oivanen e Todor Aleksiev, entrambi con 12 punti a testa, seguiti da Markus Bohme con 9.

In vantaggio l’Olympiakos! 

La squadra del Pireo ha iniziato l’incontro con determinazione, andando in vantaggio e mantenenddo il controllo del punteggio alla prima metà del set. L’Olympiakos è andato al primo time out tecnico avanti con 8-4 ed ha mantenuto il +4 fino al 14-10, momento in cui la squadra ospite ha cercato la reazione. Col passare del set, il Lokomotiv riesce a pareggiare per la prima volta sul 18-18 e passa in vantaggio con un block out di Samadov. La reazione dell’Olympiakos è stata immediata con Aleksiev che va a segno per il pareggio 20-20 e passa in vantaggio dopo un attacco sbagliato da parte di Bayramov. In seguito al 22-22, l’Olympiakos con un break di 3-0 realizzato da un attacco di Rauwerdink (23-22) e due attacchi sbagliati del Lokomotiv, riesce a conquistare il primo set sul punteggio di 25-22.

Accellera nel secondo set!

Nel secondo set, l’Olympiakos riesce a migliorare il suo rendimento arrivando a parziali piu importanti dopo il primo time out tecnico (8-5) per arrivare sul 16-7 al secondo. La squadra del Pireo hanno mantenuto il +9 (19-10) e migliorando il suo rendimento, hanno aumentato la differenza punti in doppia cifra con Aleksiev che impatta per il 23-13.Il 25-15 è sopraggiunto con una certa facilità per l’Olympiakos che va sul 2-0 nei set.

Imponente vittoria e primo passo per la qualificazione!

Il quadro del gioco non cambia al terzo set, con la squadra di Fernando Munoz Benitez che mantiene il controllo e non dà alcuna possibilità al Locomotiv di rientrare in partita. Il 5-1 veloce, è indicativo delle intenzioni dei “biancorossi” di finire il primo match senza perdite. L’Olympiakos mantiene il vantaggio saldamente, con vantaggi significativi (10-4, 20-7), imponendosi al terzo set e conquistandolo con estrema facilità per 25-8 e ottenendo la vittoria grazie alla quale compie il primo passo per la qualificazione agli ottavi di finale del Challenge Cup.

Record Europeo il 25-8!

Infine, con la conquista del terzo set col punteggio di 25-8, la squadra maschile di pallavolo stabilisce un record europeo per quanto riguarda la differenza punti nei set.I “biancorossi” hanno migliorato il loro record che teneva dal 03/02/2000, avendo battuto per 25-12 la Finlandese Varkau durante la Champions League.

I set: 3-0 in 1.07, 25-22 (26’), 25-15 (22’), 25-8 (19’)

Interviste

L’allenatore dell’Olympiakos, Fernando Munoz Benitez, ha dichiarato dopo il termine della gara al sito osfp.gr: “È stata una buona performance per noi. Siamo riusciti a controllare l’avversario abbastanza bene.Solo durante il primo set e tra i time out tecnici, sono riusciti a pareggiare per via del nostro rendimento e non del loro.Sono contento e soddisfatto.Congratulazioni ai miei giocatori i quali hanno giocato bene e con concentrazione per tutta la durata della sfida”.

Il giocatore Markus Bohme ha dichiarato: “Il 3-0 è un risultato pulito per noi.Durante il primo set, eravamo vicini al punteggio ma in seguito abbiamo conquistato il set con una buona prestazione. Abbiamo mantenuto la concentrazione ed il seguito della gara è stato più semplice dal momento in cui abbiamo imposto il nostro ritmo  ed abbiamo messo in atto il piano di gioco che avevamo preparato.”