ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΑ ΜΕΛΗ 2020-2021
.
ΕΓΓΕΓΡΑΜΜΕΝΟΙ ΦΙΛΑΘΛΟΙ 2020-2021
.
La qualificazione si deciderà in Romania...

L’Olympiakos ha subito la prima sconfitta stagionale, dopo 14 vittorie consecutive tra campionato greco e sfide europee, dopo una gara emozionante contro il Targoviste che si è decisa al tie-break. Nella prima sfida della fase dei sedicesimi di finale del Challenge Cup, che si è svolta a Rentis, le “biancorosse”, anche se non si sono trovate nella loro giornata migliore, hanno avuto l’opportunità di superare l’opposizione della molto forte squadra rumena,  sia nel secondo set ,dove si sono trovate in vantaggio con 21-16, che pero’  è stato conquistato dalla squadra ospite col punteggio di 25-27, che al tie-break, dove dopo la reazione e il pareggio per  2-2, hanno avuto all’inizio il controllo del gioco, ma i tanti errori hanno portato alla prima sconfitta stagionale.

Nonostante ciò, la squadra finalista della stagione precedente Olympiakos, puo’  ribaltare la situazione sfavorevole nella partita di ritorno che si svolgerà in Romania martedi’  6 febbraio (18:00). Ci vorrà una vittoria con 3-0 oppure 3-1 nei set per una qualificazione diretta alla fase successiva, mentre nel caso di vittoria dell’Olympiakos per 3-2, il biglieto per gli ottavi si deciderà al golden set.

Si è trovato a inseguire...

All’inizio del primo set, le due squadre andavano a pari passo nel punteggio, con l’Olympiakos sul 9-12 a sfavore. A  quel punto della gara, con un break di 5-0 e tre muri consecutivi, due da parte della Niemer per il 11-12 e 12-12 ed uno aggiuntivo della Giota, l’Olympiakos sorpassa 13-12. Il Targoviste risponde e passa in vantaggio con 14-15 ma le “biancorosse” riconquistano il vantaggio e passano avanti con 16-15 al secondo time-out tecnico, grazie all’attacco della Poll. Il proseguo è stato affascinante, con le due squadre che lottano punto a punto fino al 18-18. Nonostante ciò, la squadra ospite con una striscia di 7-0, conquista il set col punteggio di 25-18 e va in vantaggio con 1-0 nei set, al primo set stagionale perso in casa per le “biancorosse”.

Ha perso un set che era suo...

Nel secondo set, l’Olympiakos è entrato in campo con un evidente voglia di reagire ed ha ottenuto il controllo del set ed il vantaggio andando avanti anche di 4 punti al primo time-out tecnico (8-4). L’Olympiakos manteneva stabilmente il vantaggio fino al 15-11, quando il Targoviste si è avvicinato a solo un punto di distacco. Un attacco della Niemer per il 16-14, porta avanti l’Olympakos al secondo time-out tecnico. Katerina Giota, con un attacco di primo tempo, impatta per il 17-14, e da un suo muro proviene il 18-14, grazie al quale si riconquista il vantaggio di 4 punti. L’Olympiakos, gestisce il suo vantaggio (20-16)fino al 24-23, quando il Targoviste pareggia sul 24-24. Dopo un’azione lunga ed emozionante, Stephanie Niemer mette la palla a terra per il 25-24 con la squadra ospite che pareggia sul 25-25.Un muro subito dalla Niemer ed il Targoviste sorpassa con 25-26 e conquista il secondo set con 25-27 con un ace della Fairs.

L’Olympiakos riduce le distanze!

In seguito al primo time-out tecnico del terzo set, l’Olympiakos sale d’intensità e migliorando a vista d’occhio il suo rendimento, riesce a dominare. Partendo da un muro singolo della Niemer per il 12-11, le “biancorosse” hanno costruito una striscia positiva arrivando sul 14-11, per arrivare al secondo time-out tecnico sul +4 (16-12) dopo un pallonetto della Hippe. La squadra guidata da Branko Kovacevic si trova sul 20-13, avendo in mano il terzo set il quale si conclude con un attacco della Hippe per il 25-16 col quale l’Olympiakos riduce le distanze per il 2-1.

Continua e pareggia!      

All’avvio del terzo set, le due squadre andavano nuovamente a pari passo ma le “biancorosse” hanno trasformato il 6-7 in 11-8 inizialmente ed hanno mantenuto il vantaggio il quale hanno aumentato sul +5 con un attacco della Niemer per il 14-9. Con un pallonetto della Poll, l’Olympiakos va al time-out tecnico sul 16-11 ed in seguito un’ulteriore punto della Niemer impatta per il 17-11. Katerina Giota con un primo tempo segna il 18-13 e con un block-out a favore, l’Olympiakos aumenta la differenza a +6 arrivando sul 19-13. Da un errore in attacco del Targoviste proviene il 22-16 e la Hippe con un nuovo attacco sigla il 23-16 e con un suo ace finisce il set sul 25-16 per l’Olympiakos che pareggia il conto dei set sul 2-2 e manda la partita al tie break.

Prima sconfitta nel tie break...

Nel tie break, l’Olympiakos parte con un 3-0 veloce, seguito dal 4-1 ma il Targoviste riduce le distanze sul 4-3 e pareggia per la prima volta sul 5-5 a sorpassa 5-6. Dopo un attacco difficile, la Hippe pareggia sul 6-6 ma il Targoviste risponde con la Collar per il 6-7. Un nuovo punto della Hippe, porta nuovamente le “biancorosse” a pareggiare ed un errore della squadra ospite porta l’Olympiakos in vantaggio per 8-7. L’ otto a otto della Collar viene replicato dalla Lambrousi per il 9-8 ma la squadra Rumena pareggia sul 9-9. Saskia Hippe con una pipe porta l’Olympiakos nuovamente avanti  (10-9) e la Niemer va a segno per aumentare il divario sull 11-9.Segue un break di 4-0 del Targoviste che sorpassa per il 13-11. Un attacco della Niemer, riduce le distanze per l’Olympiakos sul 12-13 ma la Collar impatta per il 12-14 e con un  primo tempo della Otasevic, il Targoviste arriva sul 13-15 e ottiene la vittoria.

I set: 2-3 in 1.53, 18-25 (23’), 25-27 (30’), 25-16 (23’), 25-16 (22’), 13-15 (15’)

Interviste

L’allenatore dell’Olympiakos Branko Kovacevic ha dichiarato nel dopo partita al sito osfp.gr: “Ovviamente non sono contento della sconfitta, ma sono soddisfatto del fatto che abbiamo disputato una partita stagionale come questa dal punto di vista della difficolta’ e contro un avversario molto competitivo, con esperienza e atlete molto forti.In alcuni momenti del gioco, la psicologia non ci ha aiutato, forse perchè fino ad ora non abbiamo disputato partite così difficili.Nonostante ciò, ritengo che eravamo migliori sotto tutti i punti di vista. Adesso dobbiamo mantenere la calma e se giochiamo come sapiamo in Romania, abbiamo molte probabilità di qualificarci.

Il capitano dell’Olympiakos Stella Christodoulou ha dichiarato al sito osfp.gr: “Indubbiamente quest’oggi la squadra ha avuto un avvio di gara non molto felice e l’abbiamo pagato nel seguito. È importante il fatto che quando ci siamo trovate con le spalle contro il muro sul 2-0, siamo riuscite a ribaltare la situazione sfavorevole e mandare la partita al tie break. A questo punto, si gioca al limite senza mai sapere come andrà a finire. Ritengo che la squadra può giocare meglio, abbiamo commesso molti errori ai quali non siamo abituati e sicuramente in Romania combatteremo per la qualificazione”.